Crea sito

Month: marzo 2015

Charlotte Tiramisú, crema tiramisú pastorizzata (Luca Montersino)

Charlotte Tiramisú con crema tiramisú pastorizzata di Luca Montersino

Oggi ho preparato la Charlotte Tiramisú con crema tiramisú pastorizzata di Luca Montersino, maestro pasticcere . Sono ormai due anni che sono lí che leggo le sue ricette, guardo i suoi filmati e finalmente, oggi, ho deciso di provare. Qual é la particolarità di questa crema tiramisú? É composta da una montata di uova a cui é stato aggiunta una miscela di acqua e zucchero cotta fino a raggiungere i 121° ( per fare questo passaggio é consigliabile l’utilizzo del termomentro da cucina). In questo modo le uova verranno pastorizzate, scongiurando quelli che sono i problemi legati all’assunzione di uova crude. Alla montata, come per ogni crema tiramisú verranno aggiunti il mascarpone e il tutto sarà alleggerita da panna montata.
Per quanto riguarda la charlotte, béh é facilissima. Basta munirsi di savoiardi, i classici che si acquostano al supermercato o prepararseli in casa, magari seguento la mia ricetta che trovate cliccando qui. Io ho usato entrambi, i due dischi interni li ho preparati seguendo la ricetta del mio precedente post, per la decorazione ho usato i savoiardi già pronti. Andiamo a vedere come realizzare la Charlotte Tiramisú.
Per la ricetta della crema tiramisú ringrazio la mia amica Leyla del blog Dulcisss in Forno.

Charlotte Tiramisú

Ingredienti
Per la base tiramisú
5 tuorli d’uovo
50 ml di acqua
175 g di zucchero semolato
1 Bacca di vaniglia
Per la crema tiramisú
250 g di base tiramisú
250 g di mascarpone
250 g di panna fresca da montare
5 fogli di gelatina
2 dischi di savoiardi
22 savoiardi
Cacao amaro
Per la bagna
6 tazze di caffé amaro
30 ml di acqua
70 g di zucchero
2 cucchiai di maraschino

Procedimento

Base tiramisú
In una ciotola montare i tuorli con i semi ricavati dalla bacca di vaniglia. In un pentolino portare a 121° l’acqua con lo zucchero. Raggiunta la temperatura versare a filo il liquido caldo nella ciotola dove state montando le uova. Montare fino ad ottenere una crema spomosa e bianca e fino a che il composto non si sia freddato del tutto.

Crema al tiramisú
Ammollare i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti. Versare 100 ml di panna in un pentolino e riacaldarla. Unire alla panna calda i fogli di gelatina strizzati e asciugati. Mescolare fino a che non si saranno sciolti. Montare la panna fresca rimasta, unire il mascarpone e continuare a montare. Versare la panna con la gelatina nella base tiramisú e una piccola quantità di panna e mascarpone montati. Mescolare energiacamente per incorporare aria. Unire anche il resto della panna, ma mescolando del basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontare la crema.

Bagna al caffé
In un pentolino far sciogliere l’acqua con lo zucchero. Ottenuto lo sciroppo, raffreddarlo e unirlo alle tazze di caffé e al maraschino. Vi consiglio di prepararlo prima e di tenerlo in frigo pee una notte.

Prepariamo la Charlotte Tiramisú
In un ring o una teglia coperta da pellicola da 22 cm, disporre i savoiardi a corona lungo tutta la circonferenza. Versare 1/3 della crema tiramisú. Posizionare il primo disco di savoiarlo, bagnarli con la bagna al caffé. Versare ancora 1/3 di crema e di nuovo il disco di savoiardo e bagna. Mettere l’ultimo terzo di crema in una sacca da pasticceria e fare dei ciuffetti sulla superfice del savoiardo. Mettere la Charlotte Tiramisú in frigo per una notte in modo che di rassodi.
Terminare con una spolverata di cacao amaro.
La Charlotte Tiramisú con crema tiramisú pastorizzata di Luca Montersino é pronta per soddisfare i vostri palati.

charlotte tiramisú

Interno della Charlotte Tiramisú

charlotte2

Seguite le ricette di Prendili per la Gola sui piú famosi social Facebook, Twitter, Instagram, Pinterst e Linkedin.

Zeppoline di frolla, un’alternativa alla tradizione

Zeppoline di frolla

Le Zeppoline di Frolla, sono, per me, una valida alternativa alle solite, buonissime e tradizionali zeppoline di San Giuseppe fritte. Molte volte si opta per la cottura delle zeppoline in forno, utilizzando sempre una pasta bignè, crema pasticcera e amarena. Questa vota ho voluto osare. Mi è capitato questi giorni di leggere un post su Facebook dov’erano riportate delle roselline di frolla farcite di crema pasticcera, mentre le preparavo, mi é venuto in mente di trasformarle in zeppoline, e creare un dolcetto simile nell’aspetto, ma differente in gusto e consistenza alle zeppole fritte tradizionali.
Non posso dirvi che le zeppoline di frolla siano più leggere, mentirei! La frolla contiene una grande quantità di burro, posso dirvi che non si sentirà la classica puzza di fritto ;). La base di pasta frolla, croccante, che avvolge il cuore morbido di crema pasticcera, molto delisiose.

Zeppoline di Frolla

Ingredienti
500 g di pasta frolla
500 g di crema pasticcera
Amarene sciroppate
Zucchero a velo

Procedimento

Stendere la frolla e ottenere due dischi con un coppapasta, uno grande e uno piccolo. Creare 4 tagli su ogni disco, ma attenzione le incisioni non devono arrivare al centro. Porre il disco più piccolo su quello più grande. Al centro mettere un cucchiaino di crema pasticcera. Chiudere i le quattro sezioni di pasta del disco più piccolo, ora chiudiamo le sezioni del disco più grande. Dovremmo avere una sorta di fiorellino. Non temete, trovate il tutorial fotografico cliccando su questo link. Porre le zeppoline nei pirottini da cupcake. Infornare a forno caldo a 175 ° per 20 minuti.
Terminare ponendo su ogni zeppolina l’amarena sciroppata e spolverizzare con lo zucchero a velo.
Le Zeppoline di frolla sono pronte, non sono carine? 😉
Alla prossima, buon assaggio!

Segui le ricette di Prendili per la gola sui maggiori social network Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest.

Roselline di Brisè con le Mele ( Ricetta facile )

roselline di brisè con le mele

Avete mai preparato le Roselline di Brisè con le Mele? Le ho sempre viste nei sui vari social, ho letto le varie ricette che possiamo trovare in rete, e oggi le ho preparate. Tra la varie versioni ho preparato le roselline con la pasta brisè preparata in casa, ma si possono preparare anche con la pasta sfoglia, quella che troviamo già pronta nel banco frigo. Le roselline di brisè con le mele sono facilissime da preparare, in mezz’ora, comprendendo il tempo di cottura, abbiamo un dolce da servire a fine cena, senza molti sforzi, senza tanti ingredienti. È preferibile usare le mele con la buccia rossa o rosa, così dopo la cottura si vedranno i petali.

Roselline di Brisè con le Mele

( Ricetta facile )

Ingredienti

Pasta brisè
300 g di farina 00
150 g di burro freddo
Un pizzico di sale
Acqua qb

2 mele con buccia rossa
3 cucchiai di zucchero di canna
1 noce di burro

Procedimento
In un mixer unire farina e burro, aggiungere il sale e l’acqua, poco per volta fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lavorare l’impasto qualche minuto su una spianatoia, aiutandosi con la farina. Riporlo in frigo per 30 minuti.
In una padella sciogliere una noce di burro, tagliare le mele in fettine sottilissime, non privarle della buccia, unirle al burro e aggiungere lo zucchero di canna.
Cuocere per 5 minuti. Lasciare raffreddare.
Stendere la brisè, ricavare delle strisce larghe circa 3 dita. Disporre le fettine di mela cotte e arrotolare il tutto formando una rosa. Per mantenere la loro forma, le ho riposte nei pirottini da muffin.
Cuocere a 175° per 25 minuti.
Spolverizzare le Roselline di Brisè con le Mele con lo zucchero a velo e servire.
Segui le ricette di Prendili per la gola sui maggiori social network Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest.

Torta al pomodoro, Pizza Spisni

Torta al pomodoro

//

La Torta al pomodoro, Pizza Spisni è una vera delizia proposta dalla maestra di cucina della Prova del Cuoco, Alessandra Spisni. Cos’ha di particolare questa pizza? Béh, partiamo col dire che la base è stata realizzata con un impasto speciale, ideato proprio dalla signora Spisni, a base di panna, che da il giusto compenso di grassi con la farcia. Sulla base cotta in forno in bianco, ci metteremo un sughetto veloce e saporito e una sorta di besciamella che vi farà leccare i baffi, fidatevi. Proponete al Torta al pomodoro, Pizza Spisni ai vostri commensali, li conquisterete.

Torta al pomodoro, Pizza Spisni

Ingredienti

Per la pasta
300 g di farina 0
1 pizzico di sale
1 pizzico di bicarbonato
1 cucchiaio di panna fresca
1 bicchiere di latte fresco intero
Per la salsa rossa
500 g di pomodorini ciliegino
1 ciuffo di basilico
1 spicchio di aglio
sale e pepe macinati
Olio evo
Per la salsa bianca
150 g di latte fresco intero
100 g di panna fresca
100 g di grana grattugiato
25 g di burro
25 g di farina 0
sale e pepe macinati

Procedimento

Preparare la base impastando tutti insieme gli ingredienti. Ottenuto un panetti liscio e compatto, riporlo in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo preparare il sughetto. Lavare i pomodorini, se non li avete si possono usare quelli pelati. In una padella far insaporire l’olio con l’aglio, unire i pomodorini, il basilico sale e pepe e far cuocere fino alla riduzione del sughetto. Preparare la salsa bianca sciogliendo in una pentola il burro a cui si unirà la farina. Far cuocere qualche minuti e aggiungere panna e latte, io li unisco a freddo, ma per accellerare i tempi fate scaldare panna e latte a parte e uniteli al composto di burro e farina. Aggiustate di sale e pepe e cuocere fino a quando non otterrete una salsa densa, aggiungere il grana a fuoco spento e lasciare raffreddare.
Stendere l’ impasto in una sfoglia sottile e rivestire con essa una tortiera precedentemente imburrata e infarinata. Bucherellare la sfoglia, coprirla con carta stagnola e ceci, durante la cottura faranno in modo che la sfoglia non gonfi. Infornare a 180° per 20 minuti. Quando i bordi saranno dorati, rimuovere la stagnola con in ceci e far cuocere l’ interno della sfoglia per 5 minuti.
Adesso condire il nostro contenitore di pasta con la salsa rossa come base e quella bianca sopra, come se condissimo una normale pizza. Rimettere in forno per 10 minuti a 180°.
Servire la Torta al pomodoro, Pizza Spisni tiepida.

Segui Prendili per la gola anche sui più famosi social network Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest

Plumcake Panna e Limone

Plumcake panna e limone

La mia giornata domani inizierà con il Plumcake Panna e Limone. La ricetta base è presa dalla trasmissione Molto Bene del canale Discovery Real Time, dove Benedetta Parodi ha realizzato dei mini plumcakes profumati al lime. Non avendo a disposizione né lime né stampi per mini plumcakes, é diventato un maxi plumcake al profumo di limoni. Come sempre accade in questi casi, dovendo usare la scorza si consiglia l’utilizzo di limoni biologici, ma la ricetta verrà bene anche con limoni non biologici. Presto proverò la ricetta anche con il lime. Ma passiamo alla ricetta di oggi. Il plumcake panna e limone risulterà molto soffice, non contiene burro, profumato e leggero. Sarà perfetto sia per la colazione che per la merenda. Io ho aggiunto anche qualche cucchiaio di marmellata di arance per dare ancora più sapore al tutto già molto buono.

Plumcake Panna e Limone

Ingredienti

3 uova intere
140 g di zucchero semolato
100 ml di olio di semi di mais
200 ml di panna per dolci
180 g di farina 00
60 g di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina o bacca di vaniglia
1 limone ( scorza+succo )
1 pizzico di sale

Procedimento

Con una frusta montare le uova con lo zucchero, aggiungere l’olio, la panna e un pizzico di sale. Mescolare e setacciare la farina con la fecola e il lievito. Unire le polveri ai liquidi. A questo punto aggiungere la scorza di un limone grattugiato, succo di limone e vanillina.
Riempire lo stampo da plumcake ricoperto da carta forno con l’impasto. Infornare a forno preriscaldato a 180° per 45/50 minuti. Fare la prova stecchino per controllare la cottura.
Sfornare il Plumcake Panna e Limone, raffreddarlo e servirlo per colazione.