Crea sito

Ricette

Taralli ” ubriachi ” con vino e olio evo

Taralli

I Taralli ” Ubriachi “, o come si direbbe a Bari ” mbriac “, spero si scriva così, sono dei tarallini dolci a base di vino e olio extravergine d’ oliva tipici della mia regione, la Puglia.
La particolarità di questi taralli ubriachi è la croccantezza dell’impasto, data dal vino e dall’ olio e il particolare contrasto dolce-salato che si crea tra impasto e zucchero che riveste i dolcetti.
I tarallini sono una tentazione, ne mangerete uno dietro l’altro.
Non vi resta che provare.

Taralli ” ubriachi “

Ingredienti

450 g di farina 00
50 g di semola di grano duro rimacinata
1 bicchiere di vino bianco
1 bicchiere di zucchero semolato
1 bicchiere di olio evo
Un cucchiaino di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
Zucchero per rivestire

Procedimento

In una ciotola versare tutti gli ingredienti ed amalgamarli formando una palla.
Lavorare l’impasto fino a che non diventi elastico.
Formare dei filoncino, unire le due estremità dando la classica forma del tarallo.
Passare i taralli nello zucchero.
Cuocere in forno per 20 minuti a 180°.

Segui le ricette di Prendili per la Gola sui social Facebook, Twitter, Pinterst, Instagram.

Ricordati di iscriverti al mio blog.
Ti aspetto

Crostata al Cioccolato, senza cottura

Crostata al cioccolato senza cottura

La Crostata al Cioccolato senza cottura ha saziato la mia voglia di cioccolato e la mia non voglia di accendere il forno, considerando che fuori ci sono 40 gradi. Preparare la crostata al cioccolato é davvero facilissimo. É preparata tutta a freddo, tranne che per la panna che viene riscaldata per preparare la ganache. É composta da una base croccante di biscotti integrali e mandorle, io ho usato gli integrali, ma voi scegliete i vostri biscotti preferiti. Ha un primo strat confettura di pesche e si conclude con la ganache al cioccolato fondente. Si prepara in pochi minuti, tolti i tempi di attesa per il raffreddamento della crostata, ma vi assicuro vi conquisterà. E poi il cioccolato fa bene al corpo e all’umore!

Crostata al Cioccolato

Ingredienti
200 g di biscotti integrali
50 g di mandorle tritate grossolanamente
100 g di burro
200 ml di panna per dolci
200 g di cioccolato fondente
Confettura di pesche

Procedimento

Per la base
Tritare i biscotti. Sciogliere a bagnomaria il burro. Unire i biscotti ala burro, versarli in una teglia ricoperta da carta forno e schiacciare formando una base contenitiva, come fosse la base della classica crostata.
Mettere in frigo per 30 minuti.

Per la ganache
Scaldare ala panna senza arrivare a bollore. Versare la panna sul cioccolato fondente ed emulsionare fino ad ottenere una crema lucida. Riempire una scodella di con del ghiacchio, inserire la ciotola con la ganache, come si fa per il bagnomaria e montare la ganache.

Montare la crostata al cioccolato
Spalmare la marmellata di pesche sulla base di biscotto, coprire con la ganache al cioccolato.
Mettere tutto in frigo per 5/6 ore.

Segui le ricette di Prendili per la Gola sui maggiori social network Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest

Ciambellone della domenica di Marco Bianchi

Ciambellone della domenica di Marco Bianchi

Su Instagram ho trovato una nuova ricetta del ciambellone da provare. Seguo da tempo Marco Bianchi, il cuoco scienziato, o meglio lo scienziato cuoco, perché ha applicato i suoi studi scientifici alla cucina. Marco Bianchi diffonde, attraverso la cucvina e le sue ricette, quelle che debbano essere le regole della buona alimentazione, con lo scopo di prevenire quelli che al giorno d’oggi sono i mali peggiori. La sua cucina é basata sull’abolizione delle proteine animali, sostituite con proteine vegetali. Da qui vien fuori questo meraviglioso Ciambellone, privo di proteine animali, quindi niente burro, latte animale e uova. É realizzato con farina integrale, mandorle, yogurt di soia e latte di mandorla. La particolarità di questo ciambellone oltre ad essere gustoso e sano? La facilità della sua realizzazione! Niente grammature! L’unità di misura é il vasetto di yogurt.

Ciambellone di Marco Bianchi

Ingredienti
2 vasetti di yogurt di soya
3 vasetti di farina integrale
3/4  vasetto di zucchero mascobado ( io ho usato zucchero di canna integrale)
3/4 vasetto di olio di mais
1/4 vasetto di latte di mandorla
1 vasetto di mandorle tritate grossolanamente ( io ho usato la farina di mandorle)
1bustina di lievito per dolci

Procedimento

Versare tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolare. Ottenuto il composto, versarlo in uno stampo da ciambellone, spennellato con olio di mais e cosparso di farina integrale. Infornare a 180 ° per 45 minuti.

Segui le ricette di Prendili per la Gola sui piú famosi social network Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest.

Fiocchetti Golosi, la merenda é servita!

 

Fiocchetti golosi

I Fiocchetti Golosi sono uno dei miei esperimenti piú riusciti. Li adoro! Sono una merenda o colazione davvero buonissima, composta da pochi ingredienti come uova fresche, farina e latte e burro per sfogliare. I Fiocchetti Golosi si avvicinano molto alla famosa merendina del marchio ©Mulino Bianco, ma come sempre accade con le riproduzioni a casa, possono solo vagamente ricordarle. Peró se amate le celebri merendine, vi conquisteranno sicuramente anche i miei fiocchetti golosi.
Io ho lavorato l’impasto a mano, sulla spianatoia, sia perché non ho la planetaria, ma anche perché adoro lavorare gli impasti, sentire il panetto sotto le mani. Non so se per voi sia lo stesso, ma trovo impastare una sorta di antistress.

Fiocchetti Golosi

Ingredienti
500 g di farina 0
50 g di zucchero
200 g di latte
7 g di lievito secco
50 g di burro
Pizzico di sale
Scorza di limone e arancia
Per la sfogliatura
100 g di burro
100 g di zucchero

Procedimento
In una ciotola versare tutti gli ingredienti tranne burro e sale, cominciare ad impastare. Poco alla volta aggiungere il burro a temperatura ambiente ( 18° ); infine il sale.
Passare l’impasto sulla spianatoia infarinata. Non spaventatevi se l’impasto sarà molle, non aggiungete farina! Man mano che impasterete il burro si amalgamerà all’ impasto e l’impasto si rassodderà diventando elastico e non piú appiccicoso. Non aggiungere altra farina.
Lasciare riposare l’impasto fino al raddoppio del suo volume.
Preparare la crema al burro per sfogliare mescolando il burro con lo zucchero, dovrete ottenere una crema da spalmare.
Stendere l’impasto, dividerlo in due rettangoli. Spalmare la crema al burro su 20 cm circa di sfoglia, coprire con altrettanta quantità di pasta e ripetere lo step della crema al burro, fino ad esaurire la sfoglia. Premere col mattarello sulla striscia di pasta ottenuta. Tranquilli, cliccando qui trovererte le foto che mi hanno aiutato a capire passaggio per passaggio.
Con una rotella ricavare delle striscette larghe circa 2,5 cm e girarle su se stesse nel centro.
Disporre i fiocchetti su una placca da forno coperta da carta forno e lasciare lievitare ancora un’ ora.
Spennellare con latte e tuorlo e spolverizzare con zucchero di canna.
Infornare a forno caldo a 180° per 15 minuti.
Lasciatevi conquistare dai Fiocchetti Golosi.

Focaccia dolce alle mele, che bontà!

Focaccia dolce con le mele

La Focaccia dolce alle mele, una vera delizia! Non è un vero e proprio dolce, ma allo stesso tempo non è un piatto salato. E’ un impasto lievitato a base di semola di grano duro rimacinata e farina 0, a cui vengono aggiunti alcuni cucchiai di zucchero che la rendono sia di un bel colore, ma anche tendente al dolce al gusto. Le mele poi si sposano benissimo con questo impasto a metà tra il dolce e il salato. Ho arricchito la farcia con marmellata di arance perchè mi era piaciuto l’abbinamento che avevo fatto nella scorsa ricetta. La focaccia dolce con le mele può essere condita a vostro piacimento. E’ molto bella e gustosa con le fragole, frutti di bosco, pesche, tutta la frutta e marmellata che più vi piace, ma anche con la tanto amata Nutella. Io l’ho preparata per la colazione, ma è un’ottima merenda.

Focaccia dolce alle mele

Ingredienti

400 g di farina tipo 0

200 g di semola di grano duro rimacinata

1 uovo

1 cucchiaio di strutto

5 cucchiai di zucchero di canna

7 g di lievito di birra secco o 15 g di lievito di birra fresco

1 cucchiaio di sale

160 ml di latte

200 ml di acqua

4 mele

marmellata di arance

burro fuso e zucchero di canna per la superficie

Procedimento

In una ciotola versare latte e acqua e sciogliere il lievito. Aggiungere metàdelle farine pioggia  e cominciare ad impastare. Unire lo zucchero e continuando ad impastare, aggiungere l’uovo, lo strutto e la restante quantità di farine. In ultimo aggiungere il sale. Lavorare l’impasto energicamente per almeno 10 minuti. Deve risultare elastico e non molto sodo.

Riporre il panetto in una ciotola coperta da canovaccio per la lievitazione. Lasciare riposare almeno 6 ore.

Sbucciare e tagliare le mele a cubetti. Io ne ho tagliate tre a cubetti, una a dischi per la superficie.

Dividere l’impasto lievitato in due parti uguali. Disporre la prima parte su una teglia spennellata con del burro fuso, spalmare la marmella sulla superficie, aggiungere le mele e coprire con il secondo strato di impasto.

Disporre le mele tagliate a disco sulla superficie della focaccia, spennellare con il burro fuso e spolverizzare con zucchero di canna.

Lasciare riposare ancora per 1 ora.

Infornare a 200° per 20 minuti.

Sentite che buon profumo? La Focaccia dolce alle mele è pronta!

Segui le ricette di Prendili per la Gola sui social network Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e Linkedin.

Brownies Farro e Mirtilli come da Starbucks

Brownies Farro e Mirtilli

C’é un dessert piú buono dei Brownies? Secondo me no. I Brownies Farro e Mirtilli lo sono ancor di piú. Sulle riviste di moda, nelle serie tv da teenager, si va sempre da Starbucks per assaporare un buon muffin o un delizioso brownies accompagnato dalla miriade varietà di caffé e cappuccini, da quello al caramello, passando per latte di soia macchiato con cannella. La ricetta a cui mi sono ispirata prevedeva alla classica base al cioccolato, l’aggiunta di nocciole. Non avendole a disposizione ho arricchito i miei brownies con farro e riso soffiato e mirtilli essiccati. Il risultato? Provate la ricetta, sono pronta a leggere i vostri commenti. ☺

Brownies Farro e Mirtilli

Ingredienti

175 g di burro

200 g di cioccolato fondente 80%

2 cucchiai di cacao

2 uova intere

120 g di zucchero semolato

120 g di farina 00

Un cucchiaino baking

Un pizzico di sale

30 g di mirtilli

Farro e riso soffiato

Procedimento
In un pentolino sciogliere il burro, unire il cioccolato a pezzi e il cacao. Emulsionare e lasciare raffreddare.
Con le fruste elettriche o in planetaria o con una frusta a mano, montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, aggiungere il composto al cioccolato, la farina e il baking. Ottenuto l’impasto unire i mirtilli e due manciate di farro e riso soffiato. Trasferire l’impasto in una teglia rettangolare foderata con carta forno, sulla superficie coprire con altro farro e riso soffiato.
A forno preriscaldato, cuocere a 180° per 45 minuti.
Raffreddare e tagliare i Brownies Farro e Mirtilli come da Starbucks a cubotti.

Brownies Farro e Mirtilli

Segui le ricette di Prendili per la Gola sui social network Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e Linkedin.

Creme Caramel, ricetta di Luca Montersino

creme caramel

Oggi vi propongo un classico dei dolci al cucchiaio il Creme Caramel secondo ricetta di Luca Montersino. É stato il mio primo esperimento, non ho trovato alcuna difficoltà nerl realizzarlo, anche il caramello é riuscito al primo colpo. L’unica difficoltà riscontata é stata sformare il creme caramel. Secondo me la cottura era perfetta, ma lo stampo che ho utilizzato, un pó vecchiotto, non mi ha permesso di far scivolare il creme caramel con facilità, quindi, comne potete vedere dalla foto, é un pó rugoso. Al palato il budino era vellutato, buonissimo e goloso. Bastano pochissimi ingredienti, uova, latte fresco, zucchero e vaniglia. Il segreto per un buonissimo Creme Caramel? Non bruciare il caramello! Poi seguendo una delle migliaia ricette di Luca Montersino non si sbaglia mai.

Creme Caramel

Ingredienti
Per la crema
500 ml latte fresco intero
250 g di uova ( circa 4 uova )
125 g di zucchero semolato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia o
1 bacca di vaniglia
Un pizzico di sale
Per il caramello
100 g di zucchero semolato

Trovi la ricetta originali  qui, tratto da Peccati di Gola, AliceTv

Procedimento
La crema
Portare ad ebolizione il latte e metà dose di zucchero. A parte sbattere le uova con la restante parte di zucchero e un pizzico di sale. Unire le uova al latte e mescolare.

Il caramello
In un pentolino caldo versare una piccola quantità di zucchero, aspettare che si sciolga senza mescolare. Non appena si sarà formato del liquido, aggiungere altro zucchero, sempre in piccole quantità, e continuare cosí fino a quando non avremo esaurito lo zucchero e il caramello si sarà formato nel pentolino. Attenti a non farlo imbrunire troppo, risulterà amaro!

Creme Caramel
Versare nello stampo da budino il caramello, aggiungere la crema.
Cuocere a temperatura molto bassa 160°, 140° se avete un forno ventilato per 45/50 minuti.
Lasciare raffreddare e sformare il Creme Caramel.

creme caramel

Torta Limoncello ricoperta con ganache al cioccolato bianco

Torta limoncello

La Torta Limoncello ricoperta con ganacha al cioccolato bianco é stata la torta che ho preparato per il compleanno della mia mamma. Tralasciando la scritta buon compleanno un pó tremolante, non ho una mano fermissima adatta alla scrittura sulle torte, ma ci stiamo lavorando, la Torta Limoncello é stata un altro successone. Sono stata molto contenta dei feedback ricevuti, chi l’ha assaggita si é complimentato per la bontà di questa torta. É composta da una base morbida, simile al pan di spagna, farcito con crema pasticcera arricchita dal limoncello e ciliegina sulla torta, ricoperta da una deliziosa ganache al cioccolato bianco. Davvero golosa!

Torta Limoncello

Ingredienti
Base
4 uova
150 g di zucchero
150 g di farina 00
100 g di fecola di patate
120 g di latte
70 g di burro fuso
1bustina di lievito per dolci
1pizzico di sale
Scorza di un limone
Aroma di limone
Crema pasticcera clicca qui
2 cucchiai di limoncella
Per la ganache
125 ml di panna
250 g di cioccolato bianco
Per decorare
Granella di nocciole, merighe, riccioli di cioccolato

Procedimento

Separare i tuorli dagli albumi. Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale. In una ciotola montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il burro fuso e ottenere una massa spumosa e bianca. Aggiungere la scorza di limone, l’aroma, il latte e le poveri setacciate ( farina, fecola e lievito ). Mescolare con cura. Unire gli albumi alla montata di uova.
Infornare in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti. Vale la prova stecchino.
Raffreddare la base.
Preparare la crema pasticcera come da ricetta lincata; a fine cottura aggiungere i due cucchiai di limoncello e lasciare freddare.
Passiamo alla ganache. Scaldare la panna, unire il cioccolato bianco ed emulsionare.
Dividere la base in due dischi, farcirli con la crema al limoncello. Ricoprire la torta con la ganache al cioccolato. Decorare con la granella e le meringhette, secondo il vostro gusto e creatività.
La Torta limocello ricoperta con ganache al cioccolato bianco é pronta, buon assaggio.

Ciambella di Frolla con Mele e Marmellata di Arance

Ciambella di Frolla con Mele e Marmellata di Arance

Eccomi qui, dopo una piccola pausa, a scrivervi la ricetta della Ciambella di Frolla con Mele e Marmellata di Arance. Ho visto la ricetta di questa ciambella durante la trasmissione di Benedetta Parodi Molto Bene, in onda su Real Time. Devo dirvi che é stata una buona scoperta. La frolla, croccante e profumata, avvolge un ripieno di mele succose, addolcite dalla marmellata. La ricetta originale, di cui trovate il link cliccando qui, prevede l’utilizzo della confettura di lamponi, ma non avendola in casa, ho usato la marmellata di arance che nell’ultimo periodo mi piace molto. Per la frolla ho seguito la mia oramai, collaudata ricetta. Il segreto della mia frolla croccante e dorata? L’aggiunta della semola rimacinata alla farina 00. Pronti a preparare gli ingredienti per realizzare la Ciambella di Frolla con Mele e Marmellata di Arance, si comincia.

Ciambella di Frolla con Mela e Marmellata di Arance

Ingredienti
Per la frolla
400 g di farina 00
200 g di semola rimacinata
2 uova
300 g di burro
1 bustina di vanillina
Pizzico di sale
Pizzico di lievito
Per la farcia
4 mele
3 cucchiai di fecola
Succo di 1/2 limone
3 cucchiai di marmellata di Arance
Zucchero a velo

Procedimento
In un mixer versare la farina e la semola rimacinata con il burro e il pizzico di sale. Azionare. Aggiungere le uova, vanillina e pizzico di lievito. Porre la frolla in frigo per 1 ora.
Pulire e tagliare a cubetti le mele. Condirle con succo di limone e fecola.
Stendere la frolla e rivestire uno stampo da ciambella spennellata con burro fuso.
Distribuire la marmellata, versare le mele e ricoprire con un altro disco di frolla.
Infornare a 180° per 30 minuti. Lasciare freddare e completare con una spolverata di zucchero a velo.

Ciambella di Frolla con Mele e Marmellata di Arance

Segui le ricette di Prendili per la Gola sui piú famosi social network Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest.

Charlotte Tiramisú, crema tiramisú pastorizzata (Luca Montersino)

Charlotte Tiramisú con crema tiramisú pastorizzata di Luca Montersino

Oggi ho preparato la Charlotte Tiramisú con crema tiramisú pastorizzata di Luca Montersino, maestro pasticcere . Sono ormai due anni che sono lí che leggo le sue ricette, guardo i suoi filmati e finalmente, oggi, ho deciso di provare. Qual é la particolarità di questa crema tiramisú? É composta da una montata di uova a cui é stato aggiunta una miscela di acqua e zucchero cotta fino a raggiungere i 121° ( per fare questo passaggio é consigliabile l’utilizzo del termomentro da cucina). In questo modo le uova verranno pastorizzate, scongiurando quelli che sono i problemi legati all’assunzione di uova crude. Alla montata, come per ogni crema tiramisú verranno aggiunti il mascarpone e il tutto sarà alleggerita da panna montata.
Per quanto riguarda la charlotte, béh é facilissima. Basta munirsi di savoiardi, i classici che si acquostano al supermercato o prepararseli in casa, magari seguento la mia ricetta che trovate cliccando qui. Io ho usato entrambi, i due dischi interni li ho preparati seguendo la ricetta del mio precedente post, per la decorazione ho usato i savoiardi già pronti. Andiamo a vedere come realizzare la Charlotte Tiramisú.
Per la ricetta della crema tiramisú ringrazio la mia amica Leyla del blog Dulcisss in Forno.

Charlotte Tiramisú

Ingredienti
Per la base tiramisú
5 tuorli d’uovo
50 ml di acqua
175 g di zucchero semolato
1 Bacca di vaniglia
Per la crema tiramisú
250 g di base tiramisú
250 g di mascarpone
250 g di panna fresca da montare
5 fogli di gelatina
2 dischi di savoiardi
22 savoiardi
Cacao amaro
Per la bagna
6 tazze di caffé amaro
30 ml di acqua
70 g di zucchero
2 cucchiai di maraschino

Procedimento

Base tiramisú
In una ciotola montare i tuorli con i semi ricavati dalla bacca di vaniglia. In un pentolino portare a 121° l’acqua con lo zucchero. Raggiunta la temperatura versare a filo il liquido caldo nella ciotola dove state montando le uova. Montare fino ad ottenere una crema spomosa e bianca e fino a che il composto non si sia freddato del tutto.

Crema al tiramisú
Ammollare i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti. Versare 100 ml di panna in un pentolino e riacaldarla. Unire alla panna calda i fogli di gelatina strizzati e asciugati. Mescolare fino a che non si saranno sciolti. Montare la panna fresca rimasta, unire il mascarpone e continuare a montare. Versare la panna con la gelatina nella base tiramisú e una piccola quantità di panna e mascarpone montati. Mescolare energiacamente per incorporare aria. Unire anche il resto della panna, ma mescolando del basso verso l’alto, facendo attenzione a non smontare la crema.

Bagna al caffé
In un pentolino far sciogliere l’acqua con lo zucchero. Ottenuto lo sciroppo, raffreddarlo e unirlo alle tazze di caffé e al maraschino. Vi consiglio di prepararlo prima e di tenerlo in frigo pee una notte.

Prepariamo la Charlotte Tiramisú
In un ring o una teglia coperta da pellicola da 22 cm, disporre i savoiardi a corona lungo tutta la circonferenza. Versare 1/3 della crema tiramisú. Posizionare il primo disco di savoiarlo, bagnarli con la bagna al caffé. Versare ancora 1/3 di crema e di nuovo il disco di savoiardo e bagna. Mettere l’ultimo terzo di crema in una sacca da pasticceria e fare dei ciuffetti sulla superfice del savoiardo. Mettere la Charlotte Tiramisú in frigo per una notte in modo che di rassodi.
Terminare con una spolverata di cacao amaro.
La Charlotte Tiramisú con crema tiramisú pastorizzata di Luca Montersino é pronta per soddisfare i vostri palati.

charlotte tiramisú

Interno della Charlotte Tiramisú

charlotte2

Seguite le ricette di Prendili per la Gola sui piú famosi social Facebook, Twitter, Instagram, Pinterst e Linkedin.

1 2 3 4 5 20