Crea sito

Tortelli di carnevale alla nutella

Ingredienti impasto per 4 persone:

 300 gr. Farina bianca tipo “00”

1 uovo intero o 2 tuorli (usare l’albume per spennellare la pasta)

70 gr. di zucchero

70 gr. di burro

3 cucchiai di latte o liquore o vino bianco a piacere

1 bustina di vanillina

1 pizzico di sale

1 vasetto di Nutella

Olio di semi q.b. per friggere

 

Preparazione:

 Sbattere l’uovo (o i tuorli) in una terrina capiente assieme allo zucchero e il pizzico di sale fino a rendere il composto spumoso e biancastro.

Aggiungere a filo il burro fuso ma tiepido e il latte o il liquore a seconda del gradimento continuando a sbattere con la frusta o a mano o elettrica.

Aggiungere gradatamente la farina precedentemente setacciata fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo come la classica pasta per la sfoglia.

Lasciare riposare all’incirca una mezz’ora in frigorifero coprendo la pasta con la pellicola.

Tirare la sfoglia con il matterello con uno spessore di circa 2 o 3 millimetri.

Tagliare la pasta con un coppapasta rotondo (o in mancanza con un bicchiere o una tazzina e la rotella tagliapasta) e formare dei dischi rotondi del diametro di circa 5 cm. Mettere al centro un po’ di nutella quindi richiuderli in modo da formare una mezzaluna (tipo raviolo) aiutarsi con una forchetta per chiudere bene i bordi per evitare l’apertura quando si cuoceranno.

Friggerli in una padella media dai bordi alti con all’incirca 2 dita di olio mettendone max 5 o 6 alla volta per evitare che l’olio cali la temperatura e per controllarne meglio la giusta doratura. A doratura avvenuta scolarli e metterli in un vassoio ricoperto di carta scottex (o meglio ancora carta gialla da fritto) e lasciarli raffreddare. Spolverarli prima di servirli con dello zucchero a velo.

P.S. …per una versione più leggera si possono mettere in forno già caldo a 180° per circa 10/15 minuti (dipende dal forno) e comunque con cottura a vista…verranno buoni lo stesso ma “molto” meno che fritti!

Donuts salati con salsa tonnata e salsa ketchup

Donuts

I Donuts  salati con salsa tonnata e salsa ketchup, fritti, sono a dir poco golosiii! Sono ciambelle di patate che nell’impasto contengono acciughe, che danno sapore ai donuts e la martadella che insaporisce.
La salsa tonnata, leggera e vellutata, é preparata con crescenza, tonno, capperi e parmigiano, e latte scremato che trasforma la salsa in una deliziosa cremina.
Tutti gli ingredienti e le salsine rendono i donuts perfetti per un aperitivo sfizioso e saporito con gli amici.
Che aspetti, provali! Ti stupirai.

Donuts salati con salsa tonnata e ketchup

Ingredienti donuts:
 150 g di patate
 250 g di farina “00”
 30 g di burro
 1 uovo
 10 g di lievito di birra
 5 g di zucchero semolato
 2 filetti di acciughe sott’olio
 30 g di mortadella
 sale q.b.
 latte q.b
 Per la salsa tonnata:
 100 g di crescenza
 50 g di tonno al naturale
 3 capperi
 1 1/2 cucchiaio di parmigiano
 Latte scremato qb
 Ketchup
 1 l di olio di semi di mais per friggere
Procedimento:
 Cuocere le patate in acqua salata, privarle della buccia e schiacciarle con lo schiacciapatate.
 Unire la farina, il burro, l’uovo, lo zucchero, il sale, la salvia sminuzzata, il lievito sciolto nel latte e la mortadella tritata con le acciughe. Far riposare il composto per circa un’ora.
 Stendere con il mattarello, ricavare dei dischi di circa 7 cm e ottenere la classica forma a ciambella coppando il centro del disco con uno stampino di 1 cm di diametro. Far lievitare per la seconda volta per 30’ sopra un foglio di carta da forno.
 Friggere a fiamma moderata; scolare, salare e servire caldissime.
Per la salsa tonnata: Frullare la crescenza con tonno, capperi e parmigiano. Aggiungere latte scremato fino a quando non si ottiene una salsa cremosa.

Se i donuts ti sono piaciuti, lascia un like o commenta l’articolo.

Ti piace il blog Prendili per la gola? Segui anche le ricette sui social network

Facebook fanpage Prendili per la gola

Twitter account @nicacardinale

Instagram @Prendiliperlagola

Pinterest @Nica Cardinale

 

Ciambella agli agrumi

Ingredienti:
500g di farina OO
300g di zucchero(io ho usato quello di canna)
100g di burro fuso
1 bustina di lievito per dolci
buccia di un limone grattuggiato e arancia grattuggiata
succo di 2 arance

 

 

 

 

Procedimento:
Montare le uova con lo zucchero sino a che non diventino una crema spumosa. Aggiungere la buccia di limone e arancia, un pizzico di sale, il succo d’arancia e il burro. Dopo aver amalgamato il tutto unire farina e lievito mescolando dal basso verso l’alto. Infornare a forno caldo a 180 gradi per 20 minuti. (come dico sempre regolatevi in base al vostro forno. La prova stecchino funziona sempre)

Tigelle

tigelle

Le Tigelle, questo è il nome con cui vengono chiamate le crescenti, focaccine tipiche delle zone modenesi.

Le tigelle sono fatte con un impasto semplice e saporito, con farina, acqua lievito di birra e strutto. Sono farcite con salumi e formaggi, ma sta a voi scatenarvi con la fantasia!

Vediamo gli ingredienti! 😉

 

 

Ingredienti 500 g farina, 25 g lievito di birra, 2 cucchiai di strutto, 10 g di sale, 150 ml latte e acqua qb, affettati  misti e formaggi per farcire

 

Procedimento

Disporre la farina a fontana sul tavolo da lavoro e unire tutti gli ingredienti. Lavorare l’impasto fino a quando non risulterà liscio ed omogeneo.

Lasciare lievitare fino a quando non e’ raddoppiato di volume. Stendere l’impasto.

Fare una sfoglia alta circa 2 cm e con un coppapasta formare dei dischi. Lasciarli riposare per altri 20 minuti coperti da uno strofinaccio.

Cuocerli in una padella antiaderente cuocendo le tigelle 5 minuti da un lato e 2 dall’altro.

Aprirle in due e farcirle con i salumi che più vi piacciono.

Le Tigelle sono servite.

Buon assaggio! 😉

Ciambelline di patate

Ingredienti:

500g di farina
2 patate lesse
1 uovo
50g zucchero
50g di burro
1 lievito di birra

 

 

 

Procedimento:

Impastare il tutto con il latte e lasciare lievitare fino al doppio del volume. Formare le ciambelline e lasciarle lievitare ancora per un paio di ore. Friggere in olio di semi e appena scolati passarli nello zucchero.

Pan Brioche cotto e mozzarella

309947_4204564673366_1202201984_nIngredienti:

350g di farina

2uova

1patata media bollita

1 cubetto di lievito di birra

2 cucchiai di zucchero

3cuchhiai di olio

1 pizzico di sale

Per il ripieno:

200g di prosciutto cotto

200g di mazzarella

 

Procedimento:

Su una spianatoia mettere la farina a fontana, aggiungere le uova, la patata, lo zucchero, l’olio, un pizzico di sale ed infine il lievito.

Lavorare l’impasto affinchè non diventi un panetto morbido e liscio.

Dividerlo in due parti. Stendere il primo e farcirlo con il prosciutto cotto e la mozzarella a cubetti.

Chiuderlo formando un rotolo e lasciare lievitare per due ore.

Spennellare il pan brioche con il rosso d’uovo e infornare a 180° per 15-20 minuti.

Da questa dose si ricavano due pan brioche.

Buon appetito!

 

Biscotti alla marmellata

297816_2057424316199_1262341249_1786357_1561015135_n1Ingredienti:

500g di farina 00

250g di burro morbido

150g zucchero

2 uova

marmellata dei gusti che preferite per farcire

Procedimento:

Formare con gli ingredienti una frolla morbida e lasciarla riposare per una mezz’ora in un luogo fresco.

Stendere l’impasto e formare dei quadrati, metterli nei pirottini di carta e riempirli con un cucchiaino di marmellata a piacere e chiudere le punte verso l’interno.

Infornare a 180° per 20 minuti.

Torta con Glassa al Vino Rosso

torta con glassa al vino rosso

Oggi ho voluto rispolverare una ricetta fatta un pó di tempo fa, la Torta con Glassa al Vino Rosso. Non lasciatevi spaventare dal vino tra gli ingredienti, l’alcool durante la cottura evaporerà lasciando alla torta solo il suo profumo. La torta con glassa al vino rosso è una torta da colazione o merenda molto facile e veloce da preparare, la si puó arricchire con gocce di cioccolato come ho fatto io oppure aggiungere, se ci si sente un pó giù, qualche cucchiaio di crema di nocciola nell’ impasto prima della cottura. La glassa al vino renderà la torta molto golosa. Come liquore ho aggiunto un cucchiaio di Cointreau, liquore all’arancia per un classico degli abbinamenti.

Torta con Glassa al Vino Rosso

Ingredienti:

4 uova
3 cucchiai di cacao amaro
300 g di zucchero
250 g di farina
200 g di burro fuso
1/2 bicchiere di vino rosso
1 bustina di lievito x dolci
1 cucchiaio di rum o altro liquore

Procedimento:

Sciogliere il cacao con  il vino e lo zucchero e cuocere per 5 minuti mescolando. Far raffreddare un pò il composto e aggiungere i tuorli uno alla volta, mescolando.
Togliere una tazzina del composto (glassa) che servirà per la copertura della torta. Al rimanente aggiungere la farina, il burro fuso, il liquore, il lievito e per ultimo gli albumi montati a neve.
Versare in teglia precedentemente imburrata e infarinata il composto. Infornare a forno già caldo per 30 minuti a 180°.
Spalmare la glassa e decorare con gocce di cioccolato.
Adesso la Torta con Glassa al Vino Rosso é pronta, buon assaggio!

Segui le ricette di Prendili per la Gola sui più famosi social network Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest.

Ciambellone bianco-nero

Ingredienti:

350g di farina

350g di zucchero semolato

4 uova

100ml di olio di semi

100ml di latte

1 bustina di lievito per dolci

3 cucchiai di cacao amaro

1 pizzico di sale

 

Preparazione:

Sbattere in una ciotola le uova con lo zucchero ed otterenere una crema.

Versare l’olio e il latte e continuare a mescolare.

Setacciare la farina e il lievito e unirlo alla crema precedentemente ottenuta.

Mescolare dal basso verso l’alto il composto incorporando aria (vi accorgerete che si formeranno tante bollicine).

Dividere il composto in 2 parti. In una di queste aggiungere il cacao e se serve ancora un pò di latte.

Imburrare e infarinare lo stampo per ciambelloni e versare, alternandoli, i 2 composti.

Infornare a forno già caldo, a 180° per 25-30 minuti.

Un consiglio:

Per verificare la cottura usate uno stuzzicadenti. Se punzecchiando il ciambellone, lo stuzzicadenti è asciutto, la vostra torta è pronta!

Potete sostituire il cacao con 3 cucchiai di nutella.

Focaccia, la ricetta che vi farà innamorare

Focaccia barese

Un vero must, sulle tavole della domenica, dei giorni di festa, per l’aperitivo con gli amici, come spezza fame, per un barese è la Focaccia. Tante sono le versioni, tante sono le ricette, in base al paese in cui la si gusta. Per alcuni nell’impasto dev’esserci la patata bollita, come la focaccia bitontina, per altri no, come quella barese. Può essere alta, o bassa, a seconda sei gusti, con il pomodoro fresco o col pelato o con le conserve, come quelle fatte in casa dalle nostre nonne. La focaccia è ricca di olive, dorata e insaporita dall’origano, comprato fresco d’estate ed essiccato all’aria aperta per la stagione invernale.

La focaccia è buona da sola, accompagnata alla mortadella, che lasciatemi dire, è uno dei matrimoni più riusciti, consumata come pane, magari abbinata ad un buon piatto di lambascioni lessi e poi conditi con olio e pepe.

Che dirvi, inutile nascondervelo, sono innamorata della focaccia!

 Focaccia 

per una teglia da 30 cm di diametro

200 gr di farina 0

100 gr di semola di grano duro rimacinata

180 ml di acqua tiepida

3 gr di lievito di birra

1 cucchiaino di sale

per il condimento

5/6 pomodorini

3 cucchiai di olio

sale e origano qb

Inizio sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida e aggiungo un mezzo cucchiaino di zucchero per attivare la lievitazione.

Verso il tutto nella ciotola della planetaria, unisco metà del mix dii farine e azione la macchina alla velocità 1. Quando il tutto è amalgamato, inserisco il sale e riprendendo la velocità, finisco di versare la farina. Aumento la velocità della planetaria a 4 e lascio lavorare per circa 5 minuti. E’ un impasto molto idratato non necessita di molto lavoro.

Trasferisco l’impasto – deve risultare un pò lento – in una ciotola infarinata, copro con un panno umido e lascio raddoppiare di volume.

Condisco il pomodorini tagliati in due con olio sale e origano.

Olio abbondantemente la teglia, stendo l’impasto della focaccia, dispongo i pomodorini e le olive. Distribuisco la miscela di olio e acqua dei pomodorini rimasto nella ciotola, sulla superficie.

Inforno a forno già caldo a 250° – in sostanza alla massima temperatura del vostro forno – e lascio cuocere per una ventina di minuti.

17157846_10208649988188103_8867556565302894971_o

Ricordate per una cottura ottimale, partite prima dal ripiano più basso del forno, fate cuocere la base della focaccia, poi spostatela in alto per far dorare la superficie.

1 18 19 20