Crea sito

crema

Pasticciotto Crema e Amarena

image

Il Pasticciotto Crema e Amarena, la versione napoletana del pasticciotto salentino. Ma qual è la differenza? Il pasticciotto salentino è un contenitore di pasta frolla al cui interno troviamo solo crema pasticceria.
Il mio pasticciotto è più goloso, ha crema pasticcera ed amarena, ma non la solita crema! È una crema vellutata al limone che si sposa bene con il dolce dato dall’amarena sciroppata. Vi ho incuriosito?

Pasticciotto Crema e Amarena

Ingredienti
Per la frolla
300 g di farina 00
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
1 uovo intero + 1 tuorlo
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

Per la crema
300 ml latte intero
200 ml di panna fresca
5 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di amido di mais
Bucce di un limone non trattato
2 uova intere

Amarene sciroppate
Zucchero a velo

Procedimento

In un mixer versare la farina, burro, sale. Fare sabbiare, unire lo zucchero, la vanillina e le uova. Impastare velocemente. Lasciare la frolla in frigo per almeno 2 ore.
Preparare la crema. Scaldare la panna con il latte e la scorza di limone. Senza far bollire, riscaldare ed eliminare la buccia. In una ciotola montare le uova con lo zucchero, l’amido. Unire ad esso la miscela di latte e panna ed addensare a fuoco lento. Lasciare raffreddare.
Stendere la frolla, con un coppa pasta formare dei dischi, imburrare gli stampini per i pasticciotti. Riempire lo stampino con io disco frolla, versare la crema al limone e adagiare al centro un’amarena. Coprire con un altro disco di frolla. Fare un foro sul disco superiore per far uscire il vapore che si formerà in cottura.
Infornare a 180° per 15/20 minuti, forno preriscaldato.
A fine cottura, lasciare raffreddare, sformare i Pasticciotti Crema e Amarena. Guarnire con crema pasticcera al limone e amarena. Terminare con zucchero a velo.

image

Prendili per la gola collabora con ZiZuu, scopri lo sconto riservato ai lettori di questo blog.

ZiZuu : il tuo Negozio online di articoli per cake design e pasticceria

Tiramisù al caffè

tiramisù al caffè Che domenica sarebbe senza il dolce di fine pranzo? In genere, in questi giorni sono già stesa sul lettino della mia spiaggia a prendere il sole, invece quest’anno il tempo non permette questo. È la prima domenica di giugno, e ho preparato il più classico dei dolci della pasticceria italiana, il Tiramisú al caffè ! Credo che il tiramisú al caffè sia in assoluto il dolce più apprezzato e richiesto ai ristoranti e bar, basta vedere le mille versioni che troviamo in giro, dal tiramisù a base di frutta, al cioccolato, salato e anche versione gelato. 😉 Vediamo la ricetta!

TIRAMISÚ AL CAFFÈ

Ingredienti

1confezione di savoiardi

500 ml di crema pasticcera

500 ml di panna da montare

Caffè qb

Cacao in polvere qb

Procedimento

Mescoliamo alla crema 1/2 parte di panna montata. Sporchiamo la pirofila con la crema. Adagiano i primi savoiardi bagnati nel caffè. Facciamo uno strato di crema con panna. Adagiano un altro piano di savoiardi. Finiamo con la crestasnte crema.

Decortiamo con la 1/2 parte di panna rimasta. Spolverizziamo con il cacao amaro.

Lasciamo riposare in frigo un paio di ore.

Il nostro Tiramisù al caffè è pronto per prenderli per la gola!;-)

Seguì le mie ricette sulla pagina Facebook Prendili per la gola

Sono anche su Twitter all’account @prendilixlagola

Mi trovi anche su Instagram @Prendilixlagola

Zeppole di San Giuseppe

image

Potevamo noi del blog Gz Prendili per la gola non preparare le Zeppole di San Giuseppe?
Facile la risposta, no! Le ho preparate anch’io 🙂 Basta poco per realizzarle, un buon impasto, ottima crema pasticcera e amarene o marmellata di amarene buonissima e qualche accorgimento durante la frittura.
Vediamo gli ingredienti per ottenere le zeppole di San Giuseppe. 😉

Ingredienti
300 ml di acqua, 100 g di margarina, 200 g di farina, 5 uova, un pizzico di sale. Olio di semi di mais per la frittura
Per guarnire
Crema pasticcera, amarene o marmellata di amarene, zucchero a velo.

Procedimento
In una cassaruola far bollire l’acqua con il pizzico di sale e margarina. Quando la margarina sarà sciolta, raggiungere la farina e mescolate velocemente senza formare grumi. Quando l’impasto si staccherà dalle pareti della pentola, sarà pronto. Toglierla dal fuoco e lasciate intiepidire. A questo punto aggiungere uno alla volta le uova usando una cucchiaio di legno ( sarà leggermente faticoso, ma non riscalderà l’impasto) Attenzione aggiungete l’uovo solo dopo che il precedente sia stato assorbito del tutto.
Mettere l’impasto in una sac á poche con la bocchetta stellata. Formare un cerchio d’impasto su un quadrato di cartaforno e tuffarla nell’olio ( la temperatura dell’olio non dev’essere elevata). Dopo pochi secondi la cartaforno si staccherà dalla zeppola che comincerà a gonfiarsi.
Asciugare le zeppole dall’olio, guarnire con crema pasticcera è finire con l’amarena centrale. Spolverizzate con zucchero a velo.
Buon San Giuseppe con le Zeppole 🙂

Prendili per la gola

Crema pasticcera

image

Molte mie amiche, sulla pagina Facebook di Prendili per la gola, in privato al mio contatto, mi hanno chiesto come fare una buona Crema pasticcera. La ricetta della perfetta crema non la ho, ma posso darvi la mia 😉 È facile da ricordare e ottima per farcire le torte, guarnire le zeppole, riempire i bignè…
Vediamo gli ingredienti! 😉

Ingredienti
500 ml di latte parzialmente scremato, 2 uova intere, 3 cucchiai di amido di mais, 5 cucchiai di zucchero semolato, aroma di vaniglia ( l’aroma lo scegliete in base al vostro gusto o tipo di dolce da farcire )

Procedimento
Montare le uova con lo zucchero, unire l’amido di mais, l’aroma di vaniglia. Aggiungere il latte caldo. Mescolare e passare sul fuoco per addensare.
Quando la crema sarà addensata, toglierla dal fuoco e lasciarla raffreddare.
Ecco qui, la Crema pasticcera è pronta!
Buon assaggio 😉

Prendili per la gola