Crea sito

pane

Pane tipo ciabatta con farina di grano duro facile e veloce

pane

Morbido interno, crosta croccante, profumo inebriante, il PANE TIPO CIABATTA CON FARINA DI GRANO DURO semplice e veloce, è la mia ultima scoperta.

Ho letto sul web una miriade di ricette, la più gettonata era quella che prevedeva la preparazione del poolish, un pre-impasto molto idratato, base della ricetta originale delle ciabattine. La preparazione della ciabatta si dilungava molto nel tempo, e io non ne avevo. Necessitavo del pane per cena, avevo voglia di bruschette e non mi andava di comprare la baguette dal supermarket. Avevo voglia di buon pane, preparato in casa. Ho continuato a cercare e ho trovato la ricetta del pane tipo ciabatta sul canale youtube Viva la focaccia.

Il pane tipo ciabatta con farina di grano duro, si prepara in due ore, non necessita di una elaborata preparazione, si consuma nel giro di poco tempo. Nella remota ipotesi che ne rimanga un pezzo, è possibile congelarla per poi mangiarla in un secondo momento.

Pane tipo ciabatta con farina di grano duro

Ingredienti

300 g di farina di grano duro + 200 g di farina 0

370 g di acqua tiepida

6 g di zucchero

6 g di lievito di birra disidratato

12 g di sale fino

In una ciotola mescolare 3/4 delle due farine, il lievito e lo zucchero. Versare l’acqua e cominciare a lavorare con un cucchiaio di legno. Aggiungero la dose di sale e la restante farina. Continuare a lavorare l’impasto col cucchiaio; risulterà appiccicaticcio. Coprire la ciotola con della pellicola e conseravare il tutto in un luogo caldo. – Come si suggerisce nel video, ho riposta la ciotola con l’impasto nel forno lasciando la luce accesa.- Lasciare riposare per 90 minuti circa. Adesso bisogna bagnare il piano da lavoro di legno e farvi aderire la pellicola, cospargere abbondante farina della pellicola. Questa operazione vi aiuterà nella gestione dell’impasto che sarà molto morbido. Rovesciare il contenuto della ciotola sulla spianatoia, e con le mani leggermente unte di olio, dare la forma tipica della ciabatta al pane. Sistemare sulla leccarda del forno, la carta forno, con l’aiuto della pellicola adagiare la ciabatta nella teglia. A forno ben caldo, cuocere a 200°/220° per 30/40 minuti.

Seguite il consiglio di Viva la focaccia. Posizionare un pentolino con dell’acqua nel forno prima di infornare il pane, servirà a non far seccare l’interno della ciabatta. Badate però, prima toglierete il pentolino dal forno, più spessa verrà la crosta del pane.

 

Pane semintegrale

image

Fuori l’autunno è ormai arrivato, calano le temperature, piove e c’è poca voglia di uscire. Io risolvono cosí! Preparo il pane in casa, il Pane Semintegrale.
Il pane semintegrale è un pane di semola rimacinata con una percentuale di farina integrale, impastato con latte e lievitato una notte intera, per poi sprigionare il suo profumo in cottura.
Il pane semintegrale, con il suo sapore saporito, vi farà apprezzare e riscoprire la gioia di fare il pane in casa. Riempirà la vostra casa con il suo delicato profumo.

Pane Semintegrale

Ingredienti
800 g di semola rimacinata
200 g di farina integrale
200 ml di latte
400 ml di acqua tiepida
7 g di lievito di birra secco
2 cucchiai di miele millefiori
10 g di sale fino

Procedimento
In una ciotola capienti, versare i liquidi e poco alla volta la semola rimacinata e il lievito. Unire la farina integrale, il miele e in ultimo il sale. Trasferire l’impasto su una spianatoia e lavorarlo per 10 minuti, con movimenti energici. Se avete la planetaria, seguite lo stesso procedimento, e lasciate che la macchina faccia il lavoro per voi. 😉
Quando il panetto sarà lavorato, liscio e compatto, porlo in una ciotala in plastica con coperchio o in una bol coperta dalla pellicola. Lasciare lievitare una notte intera.
Al mattino prendere l’impasto lievitato, dividerlo in tre pezzi. Prendere un pezzo d’impasto, appiattirlo leggermente con le mani, arrotolarlo su se stesso. Fare tre incisioni sul filoncino ottenuto e cospargerlo di semola. Ripete l’operazione per gli altri due pezzi. Lasciare riposare le pezzature ancora un’ora.
Porre i tre pezzi di pane su una teglia da forno, ben distanziati.
Infornare a 220° per i primi 15 minuti, a 180° per i restanti 40 minuti.
A fine cottura, raffreddare il Pane Semintegrale su una griglia.
C’è un buon odore in casa? Adesso assaggiatelo e lasciatemi i vostri commenti! 🙂

image

Pane dolce al Cacao

image

La mattina una fetta di Pane dolce al Cacao, un velo di marmellata, magari fatta in casa e un succo di frutta… E saremo pronti per affrontrare la giornata.
Il Pane dolce al Cacao è un sofficissimo pane il cuore di cacao, per renderlo più delizioso. È ideale per la colazione o la merenda, buono soprattutto per i più piccoli. Quindi perché comprarlo confezionato se farlo a casa è semplicissimo? Vediamo la ricetta.

Pane dolce al Cacao

Ingredienti
200 g di farina 00
200 g di farina manitoba
60 g di burro fuso
225 ml di latte
150 g di zucchero
1pizzico di sale
1 cubetto di lievito di birra
50 g di zucchero + 2 cucchiai di cacao
Granella di zucchero

Procedimento
In una ciotola capiente, versare la farina e lo zucchero. Sciogliere il lievito nel latte tiepido, unirlo alle polveri. Infine aggiungere il burro fuso e il sale. Impastare per 10 minuti. Lasciarlo riposare 3 ore.
Stendere l’impasto con le mani formando un rettangolo. Cospargere la sfoglia con la miscela di zucchero e cacao. Arrotolare l’impasto formando un rotolo. Riporlo in uno stampo da plumcake rivestito da carta forno. Lasciarlo lievitare ancora 1 oretta.
Spennellare il pane con un pó di latte e guarnirlo con granella di zucchero. Infornare a 190° per 30 minuti.
Il Pane dolce al Cacao è pronto, buona colazione. 🙂

Pane di semola con olive leccesi

image

Oggi con le mie carissime amiche delle pagine e blog Gz, abbiamo preparato il pane di semola, tipo quello stimatissimo di Altamura, paese dell’entroterra pugliese, la mia regione.
Il pane di semola è già buono così, puro, saporito, ma con l’aggiunta delle olive leccesi, un tipo di olive nere, piccole, con un gusto deciso e molto goloso, devo dirvi, è ancora meglio.
Menù di questa sera Pane di semola con olive leccesi, pomodorini ciliegino, provolone semi piccante e un buon bicchiere di vino, rosso, magari un primitivo di manduria e saremo in paradiso, o almeno io 😉
Vediamo gli ingredienti !

Pane di semola con olive leccesi

Ingredienti

1,800 kg di semola rimacinata
1,200 l di acqua
12 g di lievito di birra o 450 g di lievito madre
20 g di sale
1cucchiaio di miele d’acacia ( facoltativo )
Olive leccesi qb

Procedimento

In una ciotola versare la semola e il lievito, unire l’acqua ( poco per volta in modo da essere assorbita dalla semola ) il miele e il sale. Impastare con energia. Unire le olive leccesi. Ottenere un panetto omogeneo.
Lasciare lievitare almeno 12 ore.
Dopo la lievitazione prendere l’impasto e formare le pezzature e dare una forma.
Lasciare lievitare ancora 30 minuti.
Informare a 220° per 15 minuti e a180° per 40 minuti.
Il Pane di semola con olive leccesi è pronto, buon assaggio! 🙂

Consiglio: Quando infornate il pane mettete una ciotola con l’acqua nel forno, in modo da creare un ambiente umido, il pane risulterà croccante fuori e soffice all’interno.

Pane di semola ( tipo Altamura)

pane semolaOggi è lunedì, prepariamo il pane in casa…

Prepariamo il Pane di semola ( tipo Altamura)…Pane dalla mollica gialla come il sole della Puglia e la crosta croccante e fragrante…

Il pane di Altamura è uno dei pani più apprezzati in tutto il mondo, e io, seguendo le istruzioni della maestra Sara Papa, lo preparo a casa, con una semola rimacinata di qualità, miraccomando! 😉

Vediamo gli ingredienti!;)

 

Ingredienti:

1800 g di semola rimacinata

1200 ml acqua

12 g di lievito di birra o 450 g di lievito madre

30 g di sale

1 cucchiaio di miele

 

Procedimento:

Setacciare la semola, aggiungere il lievito  e l’acqua. Cominciare a lavorare l’impasto e aggiungere il miele e il sale.

Lavorare l’impasto finchè si otterà un impasto liscio ed omogeneo.

Lasciarlo lievitare per 3/4 ore alla temperatura di 26°/27°.

Trascorso il tempo della lievitazione, formate le pezzature ( dividete il pane secondo il peso che volete dargli) e lasciate lievitare ancora 30 minuti.

Riprendete le pezzature e date la forma al vostro pane, tagliando la parte superficiale. Lievitate ancora 15 minuti.

Cuocere in forno a 220° per 15 minuti e 180° per 45 minuti.

Ecco qui, il pane è pronto! 🙂

Buon assaggio! 😉

Pane fatto in casa

pane

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi pane! Finalmente anch’io ho potuto preparare il Pane fatto in casa!

Era da tempo che volevo provarci ed eccolo qui!

Non lo trovate bellissimo? Io che l’ho potuto assaggiare, l’ho trovato buonissimo! 🙂

La ricetta è molto semplice, pochi ingredienti, ma di qualità, quindi una buona farina, semola rimacinata, tipica della mia Puglia, acqua, sale e lievito di birra…pian piano arriveremo anche al lievito madre, non temete!

Vediamo gli ingredienti! 😉

 

Ingredienti:

1 kg di farina 1

600 g di semola rimacinata

1 l di acqua tiepida

40/50 g di sale iodato

1 cubetto da 25 g di lievito di birra

 

Procedimento:

Versare l’acqua in una ciotola, dove scioglieremo il lievito. Poco alla volta aggiungiamo la farina e la semola, impastando energicamente. Quando avrete una impasto morbido aggiungete il sale e trasferite l’impasto su una spianatoia e fate le classiche pieghe di rinforzo…tre per ogni volta che rigirate la pasta…Lavorate con delicatezza, non occorre sbattere la pasta sul piano di lavoro.

Lasciate lievitare l’impasto del pane per una notte intera, in un contenitore di plastica coperto da un canovaccio umido. Conservate in un ambiente con la temperatura circa a 28° / 30°.

La mattina successiva, date all’impasto la forma del pane che più vi piace, io, ad esempio, ho dato la forma del filoncino. Incidete il vostro pane e mettetelo ancora a riposare per 1 ora.

Cuocete il pane prima al massimo della temperatua del vostro forno per 10 minuti, poi abbassate a 180° per 40/45 minuti.

Lasciate raffreddare su una gratella e poi potrete assaporare il vostro in pane fatto casa...

Buon assaggio! 😉

Focaccia, la ricetta che vi farà innamorare

Focaccia barese

Un vero must, sulle tavole della domenica, dei giorni di festa, per l’aperitivo con gli amici, come spezza fame, per un barese è la Focaccia. Tante sono le versioni, tante sono le ricette, in base al paese in cui la si gusta. Per alcuni nell’impasto dev’esserci la patata bollita, come la focaccia bitontina, per altri no, come quella barese. Può essere alta, o bassa, a seconda sei gusti, con il pomodoro fresco o col pelato o con le conserve, come quelle fatte in casa dalle nostre nonne. La focaccia è ricca di olive, dorata e insaporita dall’origano, comprato fresco d’estate ed essiccato all’aria aperta per la stagione invernale.

La focaccia è buona da sola, accompagnata alla mortadella, che lasciatemi dire, è uno dei matrimoni più riusciti, consumata come pane, magari abbinata ad un buon piatto di lambascioni lessi e poi conditi con olio e pepe.

Che dirvi, inutile nascondervelo, sono innamorata della focaccia!

 Focaccia 

per una teglia da 30 cm di diametro

200 gr di farina 0

100 gr di semola di grano duro rimacinata

180 ml di acqua tiepida

3 gr di lievito di birra

1 cucchiaino di sale

per il condimento

5/6 pomodorini

3 cucchiai di olio

sale e origano qb

Inizio sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida e aggiungo un mezzo cucchiaino di zucchero per attivare la lievitazione.

Verso il tutto nella ciotola della planetaria, unisco metà del mix dii farine e azione la macchina alla velocità 1. Quando il tutto è amalgamato, inserisco il sale e riprendendo la velocità, finisco di versare la farina. Aumento la velocità della planetaria a 4 e lascio lavorare per circa 5 minuti. E’ un impasto molto idratato non necessita di molto lavoro.

Trasferisco l’impasto – deve risultare un pò lento – in una ciotola infarinata, copro con un panno umido e lascio raddoppiare di volume.

Condisco il pomodorini tagliati in due con olio sale e origano.

Olio abbondantemente la teglia, stendo l’impasto della focaccia, dispongo i pomodorini e le olive. Distribuisco la miscela di olio e acqua dei pomodorini rimasto nella ciotola, sulla superficie.

Inforno a forno già caldo a 250° – in sostanza alla massima temperatura del vostro forno – e lascio cuocere per una ventina di minuti.

17157846_10208649988188103_8867556565302894971_o

Ricordate per una cottura ottimale, partite prima dal ripiano più basso del forno, fate cuocere la base della focaccia, poi spostatela in alto per far dorare la superficie.